Copertina

Sulla soglia
dell'infinito

Sussidi liturgici

 

VIA LUCIS

- 1 -

Pasqua

 

AMBIENTAZIONE

Il mattino di Pasqua, nel ricordo di Lui,

siamo andate al sepolcro non era più là!

Senza nulla sperare, con il cuore sospeso,

siamo andati al sepolcro: non era più là!

Sulla strada di casa parlavamo di Lui

e l'abbiamo incontrato: ha parlato con noi!

Sulle rive del lago pensavamo a quei giorni

e l'abbiamo incontrato: ha mangiato con noi!

Oggi ancora fratelli, ricordando quei giorni,

ascoltiamo la voce del Signore tra noi!

E, spezzando il suo Pane con la gioia nel cuore,

noi cantiamo alla vita nell'attesa di Lui!

SAC. Iniziamo il nostro incontro con il Cristo risorto con il segno della nostra salvezza.

Nel nome del Padre...

GUIDA Venite, ascoltate le meraviglie che il Signore ha fatto per noi.

TUTTI Dio si è mostrato misericordioso con il suo popolo facendo risorgere Gesù dai morti.

GUIDA Ringraziate il Signore, perché eterna è la sua misericordia.

TUTTI Questo è il giorno nel quale il Signore ha operato la salvezza: sia per noi tutti motivo di felicità e di gioia! Alleluia!

Esulta, santa Vergine, madre di Cristo.

Egli è risorto e domina: alleluia! Rallegrati Maria!

PRIMA STAZIONE

GESÙ RISORGE DAI MORTI

SAC. Cristo ti sei sacrificato per noi.

TUTTI Per la tua morte e la tua risurrezione ci hai salvato, o Signore.

1 LETT. La vita nasce dal dono che Cristo fa di se stesso. Il Padre non ha abbandonato il Figlio. Dio, che ha sacrificato per noi Gesù, lo ha restituito alla vita perché in lui noi avessimo la vita eterna.

2 LETT. Dal Vangelo secondo Matteo (28,1-10)

Il giorno dopo, all'inizio del primo giorno della settimana, Maria Maddalena e l'altra Maria andarono ancora a vedere la tomba di Gesù. Improvvisamente vi fu un terremoto, un angelo del Signore scese dal cielo, fece rotolare la grossa pietra e si sedette sopra. Aveva un aspetto splendente come un lampo e una veste candida come la neve. Le guardie ebbero tanta paura di lui che cominciarono a tremare e rimasero come morte. L'angelo parlò e disse alle donne: «Non abbiate paura, voi. So che cercate Gesù, quello che hanno crocifisso. Non è qui, perché è risuscitato proprio come aveva detto. Venite a vedere dov'era il suo corpo. Ora andate, presto! Andate a dire ai suoi discepoli: È risuscitato dai morti e vi aspetta in Galilea. Là lo vedrete. Ecco, io vi ho avvisato». Le donne partirono subito, spaventate, ma piene di gioia e andarono di corsa a portare la notizia ai discepoli. Ma all'improvviso Gesù venne loro incontro e disse: «Salve!». Allora si avvicinarono a lui, abbracciarono i suoi piedi e lo adorarono. Gesù disse: «Non abbiate paura. Andate a dire ai miei discepoli di recarsi in Galilea: là mi vedranno».

SAC. Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo

TUTTI perché con la tua risurrezione l’amore ha vinto la morte.

È risorto dalla morte!

È la vita la più forte,

fu l’amore a vincere.

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

SECONDA STAZIONE

GESÙ SI MANIFESTA A MARIA MADDALENA

SAC. Cristo ti sei sacrificato per noi.

TUTTI Per la tua morte e la tua risurrezione ci hai salvato, o Signore.

1 LETT. Maria non riconosce il Signore. I suoi occhi non possono ancora vedere. Ma quando Gesù pronuncia il suo nome e Maria si sente chiamata e amata dal Signore, lo riconosce come il Maestro.

2 LETT. Dal Vangelo secondo Giovanni (20,11-18)

Maria era rimasta a piangere vicino alla tomba. A un tratto, chinandosi verso il sepolcro, vide due angeli vestiti di bianco. Stavano seduti dove prima c'era il corpo di Gesù, uno dalla parte della testa e uno dalla parte dei piedi. Gli angeli le dissero: «Donna, perché piangi?». Maria rispose: «Hanno portato via il mio Signore e non so dove lo hanno messo». Mentre parlava si voltò e vide Gesù in piedi, ma non sapeva che era lui. Gesù le disse: «Perché piangi? Chi cerchi?». Maria pensò che era il giardiniere e gli disse: «Signore, se tu l'hai portato via dimmi dove l'hai messo, e io andrò a prenderlo». Gesù le disse: «Maria!». Lei subito si voltò e gli disse: «Maestro!». Gesù le disse: «Lasciami, perché io non sono ancora tornato al Padre. Va' e di' ai miei fratelli che io torno al Padre mio e vostro, al Dio mio e vostro». Allora Maria di Màgdala andò dai discepoli e disse: «Ho visto il Signore!». Poi riferì tutto quel che Gesù le aveva detto.

SAC. Grazie, Signore della vita

TUTTI perché ci chiami per nome e ci fai tornare al tuo amore.

Venne il santo Giardiniere.

«Va', Maria. Fai sapere

che son vivo, agli Undici».

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

TERZA STAZIONE

GESÙ RISORTO

SULLA STRADA DEI DISCEPOLI DI EMMAUS

SAC. Cristo ti sei sacrificato per noi.

TUTTI Per la tua morte e la tua risurrezione ci hai salvato, o Signore.

1 LETT. Il Signore risorto si pone in cammino al nostro fianco. Quando la fede è debole, quando il dubbio offusca i nostri occhi e diventa difficile il riconoscerlo, il Risorto fa sua la nostra strada.

2 LETT. Dal Vangelo secondo Luca (24,13-27)

Quello stesso giorno due discepoli stavano andando verso Emmaus, un villaggio lontano circa undici chilometri da Gerusalemme. Lungo la via parlavano tra loro di quel che era accaduto in Gerusalemme in quei giorni. Mentre parlavano e discutevano, Gesù si avvicinò e si mise a camminare con loro. Essi però non lo riconobbero, perché i loro occhi erano come accecati. Gesù domandò loro: «Di che cosa state discutendo tra voi mentre camminate?». Essi allora si fermarono, tristi. Uno di loro, un certo Clèopa, disse a Gesù: «Sei tu l'unico a Gerusalemme a non sapere quel che è successo in questi ultimi giorni?».

Gesù domandò: «Che cosa è successo?». Quelli risposero: «Il caso di Gesù, il Nazareno! Era un profeta potente davanti a Dio e agli uomini, sia per quel che faceva sia per quel che diceva. Ma i capi dei sacerdoti e il popolo l'hanno condannato a morte e l'hanno fatto crocifiggere. Noi speravamo che fosse lui a liberare il popolo d'Israele! Ma siamo già al terzo giorno da quando sono accaduti questi fatti. Una cosa però ci ha sconvolto: alcune donne del nostro gruppo sono andate di buon mattino al sepolcro di Gesù ma non hanno trovato il suo corpo. Allora sono tornate indietro e ci hanno detto di aver avuto una visione: alcuni angeli le hanno assicurate che Gesù è vivo. Poi sono andati al sepolcro altri del nostro gruppo e hanno trovato tutto come avevano detto le donne, ma lui, Gesù, non l'hanno visto». Allora Gesù disse: «Voi capite poco davvero; come siete lenti a credere quel che i profeti hanno scritto! Il Messia non doveva forse soffrire queste cose prima di entrare nella sua gloria?». Quindi Gesù spiegò ai due discepoli i passi della Bibbia che lo riguardavano. Cominciò dai libri di Mosè fino agli scritti di tutti i profeti.

SAC. Cristo Gesù, non lasciare che camminiamo da soli lungo i sentieri della vita.

TUTTI Fa che ti sappiamo scoprire al nostro fianco.

Discuteva per la via

coi discepoli il Messia,

fin che cadde il vespero.

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

QUARTA STAZIONE

I DISCEPOLI RICONOSCONO GESÙ

ALLO SPEZZARE DEL PANE

SAC. Cristo ti sei sacrificato per noi.

TUTTI Per la tua morte e la tua risurrezione ci hai salvato, o Signore.

1 LETT. Gesù spezza per noi il pane; entra in comunione con i suoi discepoli e, nell’intimità di una cena fraterna, è riconosciuto come il Signore risorto.

2 LETT. Dal Vangelo secondo Luca (24,28-35)

Intanto arrivarono al villaggio dove erano diretti, e Gesù fece finta di voler continuare il viaggio. Ma quei due discepoli lo trattennero dicendo: «Resta con noi perché il sole ormai tramonta». Perciò Gesù entrò nel villaggio per rimanere con loro. Poi si mise a tavola con loro, prese il pane e pronunziò la preghiera di benedizione; lo spezzò e cominciò a distribuirlo. In quel momento gli occhi dei due discepoli si aprirono e riconobbero Gesù, ma lui spari dalla loro vista. Si dissero l'un l'altro: «Noi sentivamo come un fuoco nel cuore, quando egli lungo la via ci parlava e ci spiegava la Bibbia!». Quindi si alzarono e ritornarono subito a Gerusalemme. Là, trovarono gli undici discepoli riuniti con i loro compagni. Questi dicevano: «Il Signore è risuscitato veramente ed è apparso a Simone». A loro volta i due discepoli raccontarono quel che era loro accaduto lungo il cammino, e dicevano che lo avevano riconosciuto mentre spezzava il pane.

SAC. Grazie, Signore, per renderti presente quando ci riuniamo nel tuo nome a spezzare il Pane.

TUTTI Che le nostre Eucarestie siano segno di vera comunione con te e con i fratelli.

Con i suoi sedette a cena.

La lor gioia allor fu piena

e con lui mangiarono.

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

QUINTA STAZIONE

GESÙ DA AI DISCEPOLI

IL POTERE DI PERDONARE I PECCATI

SAC. Cristo ti sei sacrificato per noi.

TUTTI Per la tua morte e la tua risurrezione ci hai salvato, o Signore.

1 LETT. I discepoli devono continuare la missione affidata dal Padre a Gesù. E uno dei compiti principali sarà quello di perdonare i peccati, di fare in modo che gli uomini possano ancora godere dell’abbraccio del Padre.

2 LETT. Dal Vangelo secondo Giovanni (20,19-23)

La sera di quello stesso giorno, il primo della settimana, i discepoli se ne stavano con le porte chiuse per paura dei capi ebrei. Gesù venne, si fermò in piedi in mezzo a loro e li salutò dicendo: «La pace sia con voi». Poi mostrò ai discepoli le mani e il fianco, ed essi si rallegrarono di vedere il Signore. Gesù disse di nuovo: «La pace sia con voi. Come il Padre ha mandato me, così io mando voi». Poi soffiò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo. A chi perdonerete i peccati, saranno perdonati; a chi non li perdonerete, non saranno perdonati».

SAC. Sii benedetto, Signore, perché non ci hai abbandonato in potere della morte, ma hai donato te stesso perché noi fossimo salvati.

TUTTI Aiuta oggi i tuoi discepoli a continuare la tua missione salvifica.

«Tutti voi siete mandati

a rimettere i peccati.

Dono a voi il mio Spirito».

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

SESTA STAZIONE

GESÙ INVIA I SUOI DISCEPOLI NEL MONDO

SAC. Cristo ti sei sacrificato per noi.

TUTTI Per la tua morte e la tua risurrezione ci hai salvato, o Signore.

1 LETT. L’opera iniziata da Gesù deve continuare. La predicazione del Regno è un compito affidato a tutti. E la forza per superare le avversità che nascono a motivo dell’annuncio della Parola viene attinta dall’esperienza che facciamo con il Cristo risorto.

2 LETT. Dal Vangelo secondo Matteo (28,16-20)

Gli undici discepoli andarono in Galilea, su quella collina che Gesù aveva indicato. Quando lo videro, lo adorarono. Alcuni, però, avevano dei dubbi. Gesù si avvicinò e disse: «A me è stato dato ogni potere in cielo e in terra. Perciò andate, fate diventare miei discepoli tutti gli uomini del mondo; battezzateli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo; insegnate loro ad ubbidire a tutto ciò che io vi ho comandato. E sappiate che io sarò sempre con voi, tutti i giorni, sino alla fine del mondo».

SAC. Fa’ crescere in noi, Signore, l’anelito missionario,

TUTTI perché non ci stanchiamo, e la tua Parola possa raggiungere tutti gli uomini.

Ritornando al Padre in cielo,

diede loro il suo vangelo

da portare ai popoli.

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

SETTIMA STAZIONE

GESÙ SALE AL CIELO

SAC. Cristo ti sei sacrificato per noi.

TUTTI Per la tua morte e la tua risurrezione ci hai salvato, o Signore.

1 LETT. È il momento di tornare al Padre. Cristo ha fatto la volontà di Dio e Dio glorifica l'obbediente. La sua partenza inaugura il tempo della missione. Quello che abbiamo contemplato in Gesù di Nazaret deve essere annunciato alla creazione intera.

2 LETT. Dagli Atti degli Apostoli (1,1-11)

Caro Teòfilo, nel mio primo libro ho raccontato tutto quello che Gesù ha fatto e insegnato cominciando dagli inizi della sua attività, fino a quando fu portato in cielo. Prima di salire in cielo egli, per mezzo dello Spirito Santo aveva dato istruzioni a coloro che aveva scelto come apostoli. Dopo la sua morte Gesù si presentò loro, e in diverse maniere si mostrò vivo. Per quaranta giorni apparve ad essi più volte, parlando del regno di Dio. Un giorno, mentre erano a tavola, fece questa raccomandazione: «Non allontanatevi da Gerusalemme, ma aspettate il dono che il Padre ha promesso e del quale io vi ho parlato. Giovanni infatti ha battezzato con acqua; voi, invece, fra pochi giorni sarete battezzati con lo Spirito Santo». Allora quelli che si trovavano con Gesù gli domandarono: «Signore, è questo il momento nel quale tu devi ristabilire il regno d'Israele?». Gesù rispose: «Non spetta a voi sapere quando esattamente ciò accadrà: solo il Padre può deciderlo. Ma riceverete su di voi la forza dello Spirito Santo, che sta per scendere. Allora diventerete miei testimoni in Gerusalemme, in tutta la regione della Giudea e della Samaria e in tutto il mondo». Detto questo Gesù incominciò a salire in alto, mentre gli apostoli stavano a guardare. Poi venne una nube, ed essi non lo videro più. Mentre avevano ancora gli occhi fissi verso il cielo, dove Gesù era salito, due uomini, vestiti di bianco, si avvicinarono loro e dissero: «Uomini di Galilea, perché ve ne state lì a guardare il cielo? Questo Gesù che vi ha lasciato per salire in cielo, un giorno ritornerà come lo avete visto partire».

SAC. Signore risorto, grazie per averci affidato la missione di annunciare il Vangelo.

TUTTI Non lasciarci soli, perché sai che senza di te non possiamo fare nulla.

E fu tolto ai loro sguardi,

ma i lor cuori erano tardi.

E comparve un angelo.

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

OTTAVA STAZIONE

GESÙ MANDA IL SUO SPIRITO

SAC. Cristo ti sei sacrificato per noi.

TUTTI Per la tua morte e la tua risurrezione ci hai salvato, o Signore.

1 LETT. Gesù, ritornato al Padre, ci manda il suo Spirito, perché sia nostra guida nel tempo dell’attesa della sua definitiva venuta. Cerchiamo di sentire accanto a noi la sua presenza, che ci sostiene nel cammino e ci conduce verso la casa del Padre.

2 LETT. Dagli Atti degli Apostoli (2,1-11)

Quando venne il giorno della Pentecoste, i credenti erano riuniti tutti insieme nello stesso luogo. All'improvviso si sentì un rumore in cielo, come quando tira un forte vento, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Allora videro qualcosa di simile a lingue di fuoco che si separavano e si posavano sopra ciascuno di loro. Tutti furono riempiti di Spirito Santo e si misero a parlare in altre lingue, come lo Spirito Santo concedeva loro di esprimersi. A Gerusalemme c'erano Ebrei, uomini molto religiosi, venuti da tutte le parti del mondo. Appena si sentì quel rumore, si radunò una gran folla, e non sapevano che cosa pensare. Ciascuno infatti li sentiva parlare nella propria lingua, per cui erano pieni di meraviglia e di stupore e dicevano: «Questi uomini che parlano sono tutti Galilei? Come mai allora li sentiamo parlare nella nostra lingua nativa? Noi apparteniamo a popoli diversi: Parti, Medi e Elamiti. Alcuni di noi vengono dalla Mesopotamia, dalla Giudea e dalla Cappadòcia, dal Ponto e dall'Asia, dalla Frigia e dalla Panfilia, dall'Egitto e dalla Cirenaica, da Creta e dall'Arabia. C'è gente che viene perfino da Roma: alcuni sono nati ebrei, altri invece si sono convertiti alla religione ebraica. Eppure tutti li sentiamo annunziare, ciascuno nella sua lingua, le grandi cose che Dio ha fatto».

SAC. Il tuo Spirito, Signore, ci accompagni mentre siamo pellegrini

TUTTI perché è in te che è fondata la nostra vita e la nostra speranza. Grazie, Signore.

Sugli apostoli in attesa,

con Maria, la prima Chiesa,

riversò lo Spirito.

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

 

GUIDA Abbiamo percorso la Via della Luce, la via del Cristo risorto. Adesso dobbiamo portare al mondo quello che qui abbiamo celebrato. I fratelli nella fede e il forza dello Spirito Santo sono con noi e ci sostengono per non venir meno nel nostro impegno di testimoni del Risorto.

SAC. Ti preghiamo, Signore: dopo averci dato la grazia di conoscere la risurrezione del tuo Figlio, fa’ che lo Spirito Santo, con il suo amore, ci faccia risorgere alla vita nuova. Per Cristo nostro Signore.

[Inizio pagina]