Copertina

Sulla soglia
dell'infinito

Sussidi liturgici

 

UNA COMUNITÀ PIÙ PASQUALE

Pasqua

 

UNA COMUNITÀ PIÙ PASQUALE

Pasqua non è solo un anniversario: «Una primavera come questa di duemila anni fa Cristo è risorto». Celebrare la Pasqua è sperimentare noi, quest’anno, con Gesù, il suo passaggio alla Vita Nuova.

Un cristiano, una famiglia, una parrocchia, una comunità religiosa devono lasciarsi contagiare dall’energia e dalla vita del Risorto. Si dovrebbe notare che siamo diventati più “pasquali” per il dinamismo, l’energia vitale, il desiderio di crescere nel bene, l’impegno con cui ci diamo da fare per far sì che attorno a noi ci sia veramente una primavera spirituale, colmi dello Spirito del Risorto.

Pasqua ci spinge a vincere ogni forma di pigrizia, a non essere statici, contenti di quello che già siamo o facciamo. Nelle celebrazioni liturgiche, nella carità fraterna, nelle mille attività di una comunità, nella visione della vita più ottimista e più ricca di speranza.

Per questo celebriamo la Pasqua per cinquanta giorni. Quella di Gesù di duemila anni fa ne è stata l’inaugurazione. Adesso deve diventare la nostra Pasqua.