Copertina

Sulla soglia
dell'infinito

Sussidi liturgici

 

VIA LUCIS

- 2 -

Pasqua

 

AMBIENTAZIONE

Il mattino di Pasqua, nel ricordo di Lui,

siamo andate al sepolcro non era più là!

Senza nulla sperare, con il cuore sospeso,

siamo andati al sepolcro: non era più là!

Sulla strada di casa parlavamo di Lui

e l'abbiamo incontrato: ha parlato con noi!

Sulle rive del lago pensavamo a quei giorni

e l'abbiamo incontrato: ha mangiato con noi!

Oggi ancora fratelli, ricordando quei giorni,

ascoltiamo la voce del Signore tra noi!

E, spezzando il suo Pane con la gioia nel cuore,

noi cantiamo alla vita nell'attesa di Lui!

SAC. Siamo abituati a celebrare la Via Crucis, la via della Croce. Oggi percorriamo la via del Cristo Risorto, la via della luce, la Via Lucis.
Un cammino che iniziò un mattino a Gerusalemme e che si concluderà quando saremo di nuovo nel cuore del Padre, da dove siamo usciti per gettarci nell'avventura della vita.

Nel nome del Padre...

GUIDA Venite, ascoltate le meraviglie che il Signore ha fatto per noi.

TUTTI Dio si è mostrato misericordioso con il suo popolo facendo risorgere Gesù dai morti.

GUIDA Ringraziate il Signore, perché eterna è la sua misericordia.

TUTTI Questo è il giorno nel quale il Signore ha operato la salvezza: sia per noi tutti motivo di felicità e di gioia! Alleluia!

Esulta, santa Vergine, madre di Cristo.

Egli è risorto e domina: alleluia! Rallegrati Maria!

PRIMA STAZIONE

GESÙ RISORGE E VINCE LA MORTE

SAC. La luce di Cristo che risorge glorioso

TUTTI dissipi le tenebre del cuore e dello spirito.

1 LETT. Dal Vangelo secondo Marco (16,3-6)

Mentre andavano dicevano tra loro: «Chi ci farà rotolar via la pietra che è davanti alla porta?». Ma quando arrivarono, guardarono, e videro che la grossa pietra, molto pesante, era stata già spostata. Allora entrarono nella tomba. Piene di spavento, videro, a destra, un giovane seduto, vestito di una veste bianca. Ma il giovane disse: «Non spaventatevi. Voi cercate Gesù di Nazaret, quello che hanno crocifisso. È risuscitato, non è qui. Ecco, questo è il posto dove lo avevano messo.

2 LETT. Gesù, il Crocifisso  è risorto! Questo è il grido che ci colma di pace e di gioia. Ormai non si può più avere paura. Dio si è mostrato generoso con il Figlio. E quanto è successo a Gesù è il fondamento della nostra speranza.

SAC. Benediciamo il Signore.

TUTTI Lode a te, Signore, che ci hai ridato la vita.

È risorto dalla morte!

È la vita la più forte,

fu l’amore a vincere.

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

SECONDA STAZIONE

I DISCEPOLI TROVANO IL SEPOLCRO VUOTO

SAC. La luce di Cristo che risorge glorioso

TUTTI dissipi le tenebre del cuore e dello spirito.

1 LETT. Dal Vangelo secondo Giovanni (20,3-9)

Pietro e l'altro discepolo uscirono e andarono verso la tomba. Andavano tutti e due di corsa, ma l'altro discepolo corse più in fretta di Pietro e arrivò alla tomba per primo. Si chinò a guardare le bende che erano in terra, ma non entrò. Pietro lo seguiva. Arrivò anche lui e entrò nella tomba: guardò le bende in terra e il lenzuolo che prima copriva la testa. Questo non era in terra con le bende, ma stava da una parte, piegato. Poi entrò anche l'altro discepolo che era arrivato per primo alla tomba, vide e credette. Non avevano ancora capito quello che dice la Bibbia, cioè che Gesù doveva risorgere dai morti. 

2 LETT. Una tomba vuota diventa chiave di interpretazione di tutto quello che è avvenuto a Gesù: la sua passione e morte, la sua vita e il suo messaggio possono infatti essere compresi alla luce di quel sepolcro vuoto. È l'unico modo per capire, l'unica possibilità di vedere e di credere.

SAC. Benediciamo il Signore.

TUTTI Lode a te, Signore, che ci hai ridato la vita.

Disse l'Angelo: «È risorto!

Non è qui, non è più morto.

Vive per i secoli».

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

TERZA STAZIONE

GESÙ RISORTO

SAC. La luce di Cristo che risorge glorioso

TUTTI dissipi le tenebre del cuore e dello spirito.

1 LETT. Dal Vangelo secondo Luca (24,28-35)

Intanto arrivarono al villaggio dove erano diretti, e Gesù fece finta di voler continuare il viaggio. Ma quei due discepoli lo trattennero dicendo: «Resta con noi perché il sole ormai tramonta». Perciò Gesù entrò nel villaggio per rimanere con loro. Poi si mise a tavola con loro, prese il pane e pronunziò la preghiera di benedizione; lo spezzò e cominciò a distribuirlo. In quel momento gli occhi dei due discepoli si aprirono e riconobbero Gesù, ma lui sparì dalla loro vista. 

2 LETT.  

Per poter riconoscere Gesù è necessario che lui prenda l'iniziativa, che si metta a camminare al nostro fianco. Nel momento di intimità più profonda, quando il Signore spezza il pane, ci si aprono gli occhi e scopriamo il Signore. E tutto acquista un significato nuovo.

SAC. Benediciamo il Signore.

TUTTI Lode a te, Signore, che ci hai ridato la vita.

Con i suoi sedette a cena.

La lor gioia allor fu piena

e con lui mangiarono.

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

QUARTA STAZIONE

GESÙ APPARE AI DISCEPOLI

SAC. La luce di Cristo che risorge glorioso

TUTTI dissipi le tenebre del cuore e dello spirito.

1 LETT. Dal Vangelo secondo Luca (24,36-38)

Gli undici apostoli e i loro compagni stavano parlando di queste cose. Gesù apparve in mezzo a loro e disse: «La pace sia con voi!». Sconvolti e pieni di paura, essi pensavano di vedere un fantasma. Ma Gesù disse loro: «Perché avete tanti dubbi dentro di voi? Guardate le mie mani e i miei piedi! Sono proprio io!».

2 LETT. Il Signore risorto si rende presente nella comunità riunita. E si rende presente per dare la pace, la sua pace, il dono necessario per non dubitare più, per riconoscere in lui il Gesù che aveva fallito agli occhi degli uomini.

SAC. Benediciamo il Signore.

TUTTI Lode a te, Signore, che ci hai ridato la vita.

Il Signor non li deluse,
è comparso a porte chiuse,
vivo, nel Cenacolo.

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

QUINTA STAZIONE

GESÙ INVIA I SUOI DISCEPOLI NEL MONDO

SAC. La luce di Cristo che risorge glorioso

TUTTI dissipi le tenebre del cuore e dello spirito.

1 LETT. Dal Vangelo secondo Giovanni (20,21-22) 

Gesù mostrò ai discepoli le mani e il fianco, ed essi si rallegrarono di vedere il Signore. Gesù disse di nuovo: «La pace sia con voi. Come il Padre ha mandato me, così io mando voi».

2 LETT. Il Signore risorto è la fonte della nostra gioia, gioia che deve essere diffusa per il mondo intero. Siamo mandati a portare a tutti l'annuncio dell'amore del Padre. È Cristo, il testimone fedele, che ce lo chiede.

SAC. Benediciamo il Signore.

TUTTI Lode a te, Signore, che ci hai ridato la vita.

Ritornando al Padre in cielo,

diede loro il suo vangelo

da portare ai popoli.

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

SESTA STAZIONE

GESÙ CONFERMA LA FEDE DI TOMMASO

SAC. La luce di Cristo che risorge glorioso

TUTTI dissipi le tenebre del cuore e dello spirito.

1 LETT. Dal Vangelo secondo Giovanni (20,27-29) 

Gesù disse a Tommaso: - Metti qui il dito e guarda le mani; accosta la mano e tocca il mio fianco. Non essere incredulo, ma credente! Tommaso gli rispose: - Mio Signore e mio Dio! Gesù gli disse: - Tu hai creduto perché hai visto; beati quelli che hanno creduto senza aver visto!

2 LETT. Anche noi ci troviamo nella situazione di Tommaso: nemmeno noi abbiamo visto o toccato il corpo glorioso del Risorto. Facciamo però affidamento sulla testimonianza di coloro che ci hanno preceduto nella fede. Credere ci rende così beati agli occhi del Signore.

SAC. Benediciamo il Signore.

TUTTI Lode a te, Signore, che ci hai ridato la vita.

A Tommaso disse: «Vedi
le mie mani, il petto, i piedi?
Tocca qui, per credere».

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

SETTIMA STAZIONE

GESÙ CHIEDE PER TRE VOLTE L'AMORE DI PIETRO

SAC. La luce di Cristo che risorge glorioso

TUTTI dissipi le tenebre del cuore e dello spirito.

1 LETT. Dal Vangelo secondo Giovanni (21,17)

Una terza volta Gesù disse: - Simone figlio di Giovanni, mi ami davvero? Pietro fu addolorato che Gesù gli dicesse per la terza volta «mi ami tu?». Rispose: - Signore, tu sai tutto. Tu sai che io ti amo. Gesù gli disse: - Abbi cura delle mie pecore.

2 LETT. Pietro, dopo aver rinnegato Gesù per tre volte dovrà ancora per tre volte dichiarare il suo amore per lui. Quando il Signore si fu assicurato del suo amore, o meglio, quando Gesù vide che Pietro aveva compreso quanto amore avesse per il Signore, gli affida la cura dei fratelli.
Anche per noi la domanda fondamentale alla quale dobbiamo dare una risposta è sempre la stessa: «Mi ami?».

SAC. Benediciamo il Signore.

TUTTI Lode a te, Signore, che ci hai ridato la vita.

«Sopra te, pietra angolare,
la mia Chiesa voglio alzare.
Pasci le mie pecore».

È risorto! Esulta il cuore,

È risorto! Più non muore

il tuo Figlio, o Vergine.

 

GUIDA Abbiamo percorso la Via della Luce, la via del Cristo risorto. Adesso dobbiamo portare al mondo quello che qui abbiamo celebrato. I fratelli nella fede e la forza dello Spirito Santo sono con noi e ci sostengono per non venir meno nel nostro impegno di testimoni del Risorto.

SAC. Ti preghiamo, Signore: dopo averci dato la grazia di conoscere la risurrezione del tuo Figlio, fa’ che lo Spirito Santo, con il suo amore, ci faccia risorgere alla vita nuova. Per Cristo nostro Signore.

[Inizio pagina]